logo
mail

     

 

SCHEDA POF1
Sezione 1 – Descrittiva
1.1 Denominazione progetto
Indicare Codice e denominazione del progetto

BLEE81802Q – SCUOLA PRIMARIA DI VODO – BORCA DI CADORE
a.s. 2016 - 2017

CONOSCERE PER CONOSCERCI

Realizzazione della SECONDA parte del progetto biennale di rete presentato il 6 giugno 2015, in conformità alla legge n. 482/99, dal titolo “Riéde e parlades - Bambini e lingue” .
1.2 Responsabile progetto
Indicare Il responsabile del progetto
Docente TALAMINI LUCIA
1.3 Obiettivi

Descrivere gli obiettivi misurabili che si intendono perseguire, i destinatari a cui si rivolge, le finalità e le metodologie utilizzate. Illustrare eventuali rapporti con altre istituzioni.

Il progetto sarà finalizzato alla conoscenza della cultura e lingua locali e alla formazione negli alunni del senso di appartenenza al Cadore e al territorio in cui sono inseriti, per favorire negli stessi la crescita di una coscienza pluralistica e multiculturale ed educarli al plurilinguismo.

Finalità e Obiettivi misurabili
Acquisire competenze relazionali:
- saper ascoltare e comprendere la lingua minoritaria parlata;
-interagire nelle conversazioni in lingua; cantare e recitare in ladino;
-approfondire il senso d’identità e di appartenenza, per confrontarsi poi con culture diverse dalla propria e sviluppare una coscienza pluralistica e multiculturale.

Acquisire competenze linguistiche:
-saper ascoltare, comprendere, leggere e completare testi in ladino;
-avviare la conoscenza del ladino a livello morfo-sintattico e lessicale.

Acquisire competenze cognitive:
conoscere contenuti didattici curricolari veicolati attraverso il ladino:
cl.1^ - 2^ = conoscenza del sé corporeo; le principali categorie del tempo; le caratteristiche stagionali; le ricorrenze religiose; il mondo vicino ai bambini: animali, giochi e storielle.
cl.3^ = conoscere favole, fiabe, leggende, racconti ambientati in contesti storico-geografici locali, dialoghi e brevi copioni, testi poetici relativi a motivi stagionali o ricorrenze religiose.
cl.4^ = dalla geografia del Veneto alla geografia del Cadore;
ricostruire la civiltà e la cultura del passato, nelle valli cadorine;
scoperta e analisi di alcune tradizioni locali: i giochi al tempo dei nonni, i nomi dei luoghi e dei casati, i proverbi e i detti popolari.
cl.5^ = la storia del Cadore: dall’Uomo di Mondeval alle guerre del secolo scorso;
analisi di aspetti del proprio paese e conoscenza di personaggi famosi del Cadore.

Metodologie
-In classe 1^ - 2^ è previsto un percorso prevalentemente ludico adatto all’età degli alunni, con attività musicali e grafico-pittoriche che favoriscono la memorizzazione e riproduzione di canti corali, di cantilene e filastrocche ritmate, di indovinelli ed espressioni idiomatiche inerenti i contenuti trattati.
-In classe 3^ è previsto un percorso di ascolto, lettura e recitazione di diversi tipi di testi;attività di analisi del testo e verifica della comprensione dei contenuti attraverso domande a scelta multipla e frasi da completare (cloze);
le attività musicali e grafico-pittoriche agevoleranno la veicolazione in lingua minoritaria dei contenuti stessi.
-In classe 4^ sono previste interviste a persone locali per conoscere e ricostruire la civiltà e la cultura del passato; visite alla stalla e al laboratorio caseario dell’Azienda Agricola del paese, al Zelèi: museo dell’attività casearia di un tempo; confronti tra l’economia agro-silvo-pastorale di un tempo e l’azienda agricola moderna; confronti tra i giochi al tempo dei nonni e i giochi più diffusi tra i bambini d’oggi.
-In classe 5^ è previsto un lavoro di ricerca e di studio della storia del Cadore; visita al museo archeologico sito nel palazzo della Magnifica Comunità di Cadore a Pieve;
attività di Cooperative learning: lettura e comprensione e discussione di alcuni articoli del giornalino locale Par no desmentease; produzioni di articoli in ladino, inerenti aspetti del proprio paese o esperienze vissute a livello collettivo, finalizzate alla collaborazione, guidata dall’insegnante, con il mensile IL CADORE, nella rubrica “Al ciantón de chi riéde”:

1.4 Durata

Descrivere l'arco temporale nel quale il progetto si attua, illustrare le fasi operative individuando le attività da svolgere in un anno finanziario separatamente da quelle da svolgere in un altro.

TEMPI DI ATTUAZIONE:
l’intero anno scolastico, un’ora alla settimana per le classi 2^ -3^ -5^ e mediamente un’ora ogni quindici giorni per le classi 1^ - 4^ .
Le attività saranno proposte a livelli di competenza adeguati ad ogni singola classe.

1.4/b La ricaduta del progetto
i destinatari a cui si rivolge

Tutti gli alunni del plesso, a diversi livelli di competenza, avranno l’opportunità:
di conoscere l’ambiente in cui vivono, di avvicinarsi alla cultura e alla lingua locali,
di sviluppare il senso di appartenenza al Cadore, al territorio e alla propria storia,
al contempo di percepire l’esistenza di una dimensione multiculturale e plurilinguistica presente nel proprio ambiente.

1.5 - Risorse umane
Indicare i profili di riferimento dei docenti, dei non docenti e dei collaboratori esterni che si prevede di utilizzare. Indicare i nominativi delle persone che ricopriranno ruoli rilevanti. Separare le utilizzazioni per anno finanziario.
La docente Lucia Talamini di madrelingua ladina

1.6 - Beni e servizi
Indicare le risorse logistiche ed organizzative che si prevede di utilizzare per la realizzazione. Separare gli acquisti da effettuare per anno finanziario.
Per realizzare il presente progetto, la docente Lucia Talamini prevede di impiegare
n. 2 ore settimanali aggiuntive di INSEGNAMENTO effettuato extra orario di servizio e
n.2 ore settimanali di INSEGNAMENTO effettuato nel proprio orario di servizio

Vodo di Cadore, 9 settembre 2016

IL RESPONSABILE DEL PROGETTO
La docente Lucia Talamini


back to top

     



home